Il grande ritorno del Velluto

Il grande ritorno del Velluto

Le mode degli anni passati, anche se a torto, hanno reso un’immagine piuttosto polverosa del velluto, in contrasto con il design moderno e minimalista.
Tuttavia, adesso che alcune delle più grandi mostre di interior design hanno riproposto questo tessuto pieno di carattere, non c’è dubbio che il velluto è tornato alla ribalta.
Uno dei motivi principali del suo grande ritorno è un fenomeno che i ricercatori hanno chiamato “cocooning”, ovvero il piacere di raggomitolarsi in casa, circondati da tessuti morbidi e confortevoli. Oggi nell’arredamento delle nostre case desideriamo matericità, comfort strutturale e calore.
Il velluto è perfetto per questa tendenza. Interpreta alla perfezione qualunque stile e dà agli imbottiti di ogni tipo un’eleganza speciale. Splendido al tocco, si presta sia alle applicazioni pacate sia ai contrasti audaci.
Le forme semplici tolgono al velluto il suo pathos e gli conferiscono un look contemporaneo. Il velluto appare leggero e moderno nei colori soft o nei grigi chiari; ciò non significa che non possa anche servire per essere utilizzato in maniera forte tra le vostre quattro mura. Se vi sentite coraggiosi, sceglietelo nelle sfumature misteriose dei colori gioiello come i nuovi verdi, i blu scuro o il turchese pavone per un vero effetto sorpresa. Grazie al suo bellissimo pelo, il velluto rende qualsiasi colore luminoso e brillante.
Proprio come nel Rinascimento, il velluto viene ora utilizzato per rivestimenti murali, cuscini, tappezzerie e copriletti. Non siete abbastanza sicuri per osare un tre pezzi in velluto? Non preoccupatevi: potete aggiungere punti di forza straordinari alla vostra casa semplicemente con dei cuscini in velluto o una tenda fluente.

Il grande ritorno del Velluto nella tappezzeria

Velluto: produzione e manutenzione

CHE COS’È IL VELLUTO E COME È FATTO?
Il velluto è un tessuto il cui pelo è meno di 3 mm di altezza. Può essere prodotto con tutti i tipi di fibre naturali e sintetiche. A seconda del materiale utilizzato, la densità e la lunghezza del pelo, il velluto può essere molto fine, morbido e cascante o più robusto e resistente.
Il velluto è caratterizzato da un pelo costituito da fibre verticali. Ciò lo rende molto adatto per assorbire il suono e la luce. Il pelo è costituito da un sistema di fili che sono legati nel supporto di ordito e trama e vengono tagliati perpendicolarmente al tessuto di base. A seconda del sistema utilizzato per realizzare il pelo, si fa una distinzione tra velluto di trama e velluto di ordito. Il pelo del velluto di ordito (noto anche come vero velluto, velluto o epinglé) è creato da un ulteriore sistema di ordito. In questo caso, durante la tessitura, il filo base è avvolto su sottili fili metallici disposti a cerchio; questi cerchi vengono successivamente tagliati (velluto metallico). In alternativa, due lunghezze di stoffa sono tessute faccia a faccia su un telaio e i fili di pelo corrono avanti e indietro tra i due strati. Un coltello taglia attraverso il centro durante la tessitura per separare i due strati di tessuto. La distanza tra i due strati determina l’altezza del pelo. Conosciuto come metodo faccia a faccia, questa è la tecnica più comunemente utilizzata nell’industria.
CURA DEL VELLUTO:
La maggior parte dei nostri velluti deve essere pulita a secco. Un piccolo numero di prodotti appositamente etichettati possono essere lavati in lavatrice con un ciclo delicato a 30 gradi. Fate molta attenzione se usate un’asciugatrice. È meglio lasciare che le tende si asciughino naturalmente, se possibile senza piegarle.

Articolo a cura di La Tappezzeria di Modena – Via S. Faustino 134/a, 41124 Modena MO, Italia – Tel +39 059342488

Il grande ritorno del Velluto nella tazzezzeria della casa velluto4 (2)